Uruguay Natura cordiale, al ritmo del candombe

L’Uruguay con poco più di tre milioni di abitanti, dall’aspetto antico e dal volto cordiale è mix perfetto tra antichità e modernità: lo si scopre nelle tradizioni, nell’architettura, nello stile di vita, nella gastronomia e in una vivacissima vita culturale: un’eccellente destinazione tutto l’anno, ma specialmente nell’estate australe (dicembre, gennaio e febbraio) quando si può godere le sue spiagge atlantiche spesso selvagge e incontaminate, dove ogni sera la gente applaude l’uscita di scena del sole che “va a dormire” nel mare. Montevideo, la capitale, è colta e melanconica, con reminiscenze francesi e i suoi quartieri afro – vivacissimi da fine gennaio a tutto febbraio per il carnevale colorato e allegro che da vita a tutto – mentre Punta del Este splende per le spiagge famose, l’alta gastronomia, la vita notturna,  gallerie d’arte, eventi culturali e musicali di prim’ordine, insieme a strutture ricettive dall’elegante design e sport esclusivi.

Programmi / Uruguay

Mangiare e Bere

La gastronomia è tra le tradizioni più care alla cultura uruguaiana. Il cibo tipico è dell’epoca dei gauchos: la mitica carne grigliata. Numerose le “parrilladas” dove degustare le migliori carni  così come “chiviterías” dove un chivito ovvero un panino abbrustolito e carne grigliata farciti con pomodoro, lattuga e a piacere persino uovo fritto.. è tra il miglior fast-food locale con le famose empanadas. Pesci e frutti di mare soprattutto nei ristoranti delle diverse città marittime. Grande l’influenza italiana nella cucina locale: pasta e pizze sono tra le più popolari. Da assaggiare una tipica specialità locale: la pizza “a cavallo” in pratica alla pizza margherita si aggiunge una fine focaccia di farina di ceci.  Ci sono eccellenti vini uruguaiani, con la varietà Tannat, cavallo di battaglia assoluto a livello mondiale. E per fare un’esperienza uruguaiana al 100 %, niente di meglio che  assaggiare il mate un vero e proprio rito molto diffuso anche tra i giovani.

Quando viaggiare

E’ possibile visitare il paese in qualsiasi momento dell’anno anche se nell’estate australe da inizio di dicembre a fine marzo- il paese mostra tutto il suo splendore naturale e culturale. Il carnevale- che inizia sin da fine gennaio-  è un fatto culturale molto interessante dove le numerose “murgas”, gruppi che coi colorati vestiti cantano, danzano a ritmo di tamburi mentre si prendono con sarcasmo e satira  diverse realtà della vita politica o d’interesse pubblico del momento, quasi un teatro all’aria aperta molto interessanti.

Clima

Temperato. L’Uruguay è caratterizzato dalla variabilità del suo clima. In una giornata lo stato del tempo puó cambiare varie volte. Essendo un paese abbastanza umido la “sensazione termica” è in genere un po’ al di sotto o al di sopra della temperatura effettivamente registrata. Presenti venti stagionali. L’estate é calda, con una minima di 17 º C ed una massima di 43º C (dicembre-marzo). In inverno le temperature sono di 6º C e i 14º C (nel mese di luglio), ed è frequente la brina.