Cuba da scoprire

Cuba
16 giorni /15 notti
valido tutto l’anno

Una storia da raccontare, un’esperienza da vivere. Un percorso sulle tracce dei primi europei arrivati in questa splendida isola la cui rigogliosa natura offre ancora il meglio; chi è alla ricerca del bello, non esiti a visitarla.

L’invito per questo viaggio è mantenere occhi e cuori aperti per cogliere le tante bellezze naturali, storiche e culturali, per un’esperienza vissuta a pieno anche nell’incontro con la gente locale, spesso sofferente ma accogliente e vivace.

La Habana – Cienfuegos – Trinidad – Sancti Spiritus – Santiago de Cuba – Guantanamo – Baracoa – Holguin – Guardalavaca – Camaguey – Cayo Guillermo

Durata: 16 giorni / 15 notti – valido tutto l’anno

Programma

1° Giorno: Partenza dall’Italia
Arrivo all’Avana, Cuba. Trasferimento in hotel. Cena di benvenuto. Pernottamento.
2° Giorno: L’Avana
Prima colazione. Giornata dedicata alla visita dell’Avana, città capitale di Cuba, che conta con ca. tre milioni di abitanti. Patrimonio Mondiale dell’Umanità, è la più grande città dei Caraibi. Vi si trova una sorprendente varietà di fortezze, cattedrali, case coloniali e musei testimoni di un ricco patrimonio. Circa 3.500 edifici coloniali su 142 ettari, in parte ricostruiti a partire dal 1976, ma resta ancora molto da fare. Walking tour iniziando nella piazza della Cattedrale dove si affaccia inoltre lo splendido palazzo del Marques de Aguas Clara. Visita alla Cattedrale dedicata alla Vergine Immacolata Concezione e al Museo Coloniale, la più antica dimora della piazza e l’unica che ha mantenuto la facciata originale, senza portico. Visita alla Piazza delle Armi, con il Palazzo de los Capitanes sede dei governatori spagnoli fino al 1899. E’ l’edificio barocco più notevole di Cuba. Pranzo libero in corso di escursione. Visita al Templete nella stessa piazza di Armi. Continuazione fino alla Piazza di San Francesco d’Assisi con la sua bella fontana dei Leoni. Visita alla Chiesa-Convento costruita tra il 1580 e il 1591 poi trasformato tra il 1720 e 1739. I francescani furono espulsi dall’Isola a fine del sec XVIII e inizi del XIX perché considerati troppo potenti agli occhi delle autorità locali e la chiesa è stata sconsacrata. Divenne un magazzino e poi museo di arte sacra (museo de La Religión). Visita all’attuale chiesa di San Francesco, ex convento agostiniano, dopo una breve fermata nella famosa Plaza Vieja. In seguito attraversando il “tunel de la Habana” visita al Cristo de La Habana e al Castillo de los Tres Reyes del Morro: due belvedere da dove si gode di un’incredibile vista della città. Tempo per ammirare il tramonto. Rientro in hotel. Cena. Facoltativo: Visita alla Casa de la Música, dove si presentano i gruppi di salsa più famosi di Cuba. Pernottamento.
3° Giorno: L’Avana moderna – Cienfuegos
Prima colazione. Visita panoramica della città fuori dalle mura: il Campidoglio, il Gran Teatro, Paseo del Prado (Paseo Martí), Plaza de la Revolución. Panoramica di altri quartieri come il Vedado, centro finanziario della città e il moderno quartiere Miramar che contrasta con i palazzi spesso in decadenza di diversi quartieri, sede di rappresentanze diplomatiche tra le quali anche quella italiana, Fusterlandia, ecc. Panoramica del famoso Malecón, Pranzo libero. Alle ore 14 partenza per Cienfuegos, dove si arriva dopo circa 3 ore di viaggio. Arrivo e sistemazione nelle camere riservate. Cena e passeggiata libera nei dintorni dell’hotel. Pernottamento
4° Giorno: Cienfuegos – Trinidad
Prima colazione. Visita guidata a Cienfuegos, chiamata la Perla del Sud per possedere la baia più bella del paese e un bel centro storico dichiarato Patrimonio mondiale dell’Umanità nel 2005. Panoramica di alcuni dei suoi tesori architettonici: il Palazzo di governo, il vescovado, la Scuola di San Lorenzo, il palazzo Ferrer, il vecchio liceo Monserrat. Visita alla Catedrale Purisima Concepcion (1869). Tempo per ammirare il Castillo de Nuestra Señora de los Angeles de Jagua. Pranzo libero. Continuazione del viaggio fino a Trinidad. All’arrivo visita al centro storico, Trinidad è una delle prime città fondate dagli spagnoli nel secolo XVI ed è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel 1988. Visita alla chiesa della Santisima Trinidad e al Palacio Brunet, ora Museo Romantico. Tempo libero per una passeggiata per il centro storico: la casa de la Musica, negozi di artigianato. Possibilità di prendere un aperitivo a “La Canchanchara”, locale divenuto famoso per la sua tipica bevanda a base di rum, miele e lime. Cena libera. Pernottamento.
5° Giorno: Sancti Spiritus – Santiago de Cuba
Prima colazione. Partenza per Santiago de Cuba e durante il viaggio, breve visita a Sancti Spiritus  piccolo centro coloniale, capitale della provincia omonima fondata da Diego Velazquez de Cuellar nel 1514. Qui Bartolomé De Las Casas, figlio di un compagno di Cristoforo Colombo, inizia la sua missione ormai divenuto sacerdote, dopo una fulminea conversione avvenuta per una predica che lo sconvolse: “i conquistadores non portano Cristo, lo tradiscono”. Visita alla chiesa parrocchiale, la più antica dell’Isola (XVI sec). Pranzo libero in corso del viaggio. Proseguimento del viaggio verso Santiago di Cuba (532 chilometri). Arrivo e sistemazione nelle  camere riservate. Tempo per riposarsi dal viaggio. Breve passeggiata nei dintorni dell’hotel per un primo contatto con la città che è stata capitale dell’isola durante la prima metà del secolo XVI, ed è la più caraibica di Cuba, ricca di storia, famosa per la sua gente allegra, per la musica e le danze tradizionali. Cena libera. Pernottamento.
6º Giorno: Santiago de Cuba
Prima colazione. Sin dal 1522, grazie al re Carlo V, ottenne il titolo di città e divenne capitale dell’isola fino al 1556. Walking tour della città: Cattedrale Nostra Signora dell’Assunzione e al museo, Casa-museo del fondatore della città Diego Velazquez (la più antica casa di Cuba), Parque Céspedes, Ayuntamiento (municipio), Chiesa di San Francesco. Tempo per il pranzo libero. Nel pomeriggio tour panoramico della città: Castillo de San Pedro del Morro, Patrimonio dell’Umanità, (costruito nel 1635 dall’ingegnere italiano Bautista Antonelli, è considerato un’opera di incredibile valore estetico ed storico), continuazione per la Carretera Turistica, Bahia de Santiago de Cuba, La Alameda, Parque Abel Santa Maria, Parque La Alameda, il Malecón, il palazzo Moncada (ex caserma di grande valore per la rivoluzione di Fidel). In serata, facoltativo, incontro alla Casa de la Trova nel centro della città per ascoltare la musica tradizionale cubana. Pernottamento.
7º Giorno: La Gran Piedra, Cafetal La Isabelica ed El Cobre
Visita alla zona della Cordillera de la Gran Piedra che fa parte della Riserva della Biosfera dell’Unesco di Baconao e che racchiude la zona intorno al Cafetal La Isabelica (piantagioni di caffè dei francesi fuggiti dalla vicina Haiti) che è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. In questa giornata si include la visita a La Gran Piedra e i suoi 452 gradini, da dove è possibile osservare la maestosa Sierra Maestra, e la visita al Cafetal, oggi museo. Pranzo incluso in corso di escursione. Al rientro visita alla Basilica più amata dai cubani, anche non cattolici: Nuestra Señora de la Caridad del Cobre. Rientro in hotel. Tempo per una camminata libera per la pedonale Enramada, Plaza Dolores, Plaza de Marte. Pernottamento.
8º Giorno: Cimitero Santa Ifigenia – Guantanamo – Baracoa
Prima colazione. Visita al cimitero Santa Ifigenia, il secondo cimitero più importante del paese dove ora si trova anche la tomba di Fidel Castro. Continuazione del viaggio verso Baracoa. Sosta al belvedere per osservare da lontano la famosa baia di Guantanamo e la cittadina dallo stesso nome. Pranzo inclso in corso del viaggio. Proseguimento verso Baracoa attraversando una delle strade considerate tra le meraviglie dell’ingegneria civile cubana: La Farola, una vera immersione nel verde fino all’arrivo in città. Sistemazione in hotel. Tempo a disposizione. Cena libera. Pernottamento.
9º Giorno: Baracoa – Playa Maguana
Prima colazione. Visita alla prima città del continente americano: Baracoa è una cittadina tra le più affascinati di Cuba. Walking tour per il piccolo centro storico: casa della cultura, casa del cioccolato, gallerie d’arte, Chiesa Nuestra Señora de la Concepcion dove si trova una replica delle 29 croci portate da Cristoforo Colombo. Tempo libero nella splendida Playa Maguana a mezz’ora di macchina dal centro di Baracoa. Visita facoltativa al Parco Nazionale Alejandro Humboldt fino alla bellissima cascata il Saltadero. Rientro in hotel. Pernottamento.
10º Giorno: Guardalavaca
Prima colazione. Partenza per Guardalavaca con visita panoramica di Holguin durante il tragitto. Tempo libero per godersi la spiaggia, considerata tra le più belle di Cuba.
11º Giorno: Guardalavaca – Camaguey
Prima colazione. Mattinata a disposizione. Al pomeriggio, ca alle ore 13.30 partenza per Camaguey, ca. 274 km. All’arrivo sistemazione nelle camere riservate. Breve Walking tour per il piccolo centro storico percorrendo i vicoli e le strade lastricate tra le meglio conservate e pulite del paese. Pernottamento.
12º Giorno: Cayo Coco – Cayo Guillermo
Prima colazione. Partenza per Cayo Guillermo a 247 km da Camaguey. Pranzo libero a Cayo Coco. Proseguimento fino all’albergo di Cayo Guillermo. Sistemazione in hotel. Inizio dei giorni di relax sistemazione all inclusive.
13º Giorno: Cayo Guillermo
Giornata di relax al mare, sistemazione all inclusive.
14º Giorno: Cayo Guilermo – L’Avana
Mattinata di relax al mare. Dopo pranzo inizio del viaggio di rientro all’Avana. Cena libera in corso del viaggio. Pernottamento.
15º Giorno: Rientro in Italia
Prima colazione. A seconda dell’orario del volo internazionale, trasferimento all’aeroporto per iniziare il viaggio di rientro in Italia, arrivo il giorno 16.